Il viaggio denominato “sulla via dell’incenso” organizzato dall’Ufficio diocesano di pastorale del turismo con il supporto dellìAgenzia Profilotours ci ha condotti a visitare inannzitutto il deserto del Neghev, un trangolo di terra nel sud di Israele.

Affascinante scenografia, ai molti sconusciuta, è stata una piacevolissima scoperta.

Accanto ai resti archeologici di città come Mamshit e Avdat nate tra il primo sec. aC e il primo sec dC. abbiamo incontratro tracce della civiltà nabatea e bizantina; abbiamo constatato la presenza cristiana in resti di basiliche e battisteri, fno all’abbandono del sec VIII.

Siamo stati a Ein Avdat  e a Timna, paesaggi dai colori incantati,siamo saliti a Masada  sulle sponde del mar morto, per terminare a Betlemme e a Gerusalemme, dove le folle chiassose e disordinate di turisti e pellegrini hanno rotto l’incantesimo di spazi sterminati di silenzio, facendoci riimmergerci nei ritmi frenetici del mondo contemporaneo.

Ma un grande dono, una grande opportunità per un arrivederci al prossimo viaggio.